ARCHIVIO: 2015 | 2014 | 2013 | 2012
ItalianoEnglish
Stampa
PDF
26
Mag

Presentato il Progetto Vivere la Court 2016, enoturismo in vigna: un’idea viva virtuosa e attiva

Presentato il Progetto Vivere la Court 2016,enoturismo in vigna: un’idea viva, virtuosa e attiva che dimostra l’agire concreto tra pubblico e privato,generando entusiasmo e condivisione

Aldo Buzio, ricercatore del CSS-Ebla di Torino, ha condotto un ciclo di seminari sul Wine Tourism Unesco svolti nell’ambito del programma su “Reti creative e Turismo” presso Fondazione CUOA di Vicenza.

All’interno delle lezioni sul turismo del vino e progetti culturali sono stati presentati casi delle aziende piemontesi Michele Chiarlo e Ceretto come esempi di buona pratica nel rapporto tra arte e turismo del vino.

Il fenomeno del turismo del vino sta riscuotendo un forte successo internazionale di pubblico sia in Piemonte che in varie regioni del mondo. Sono sempre più i produttori e i loro territori che si trovano ad affrontare nuove sfide e opportunità di sviluppo legate all’attrazione di turisti nei luoghi di produzione del vino.

Già nel 2012 l’OECD ha pubblicato il rapporto Food and the tourism experience, in cui si raccoglievano trend e numerosi casi studio di rilevanza internazionale. Il CSS da tempo lavora su questi temi, ad esempio cercando di unire il fenomeno turismo del vino con i grandi temi dello sviluppo sostenibile e della creatività, i casi di studio e ricerca finora trattati spaziano dalle vicine Langhe, al Veneto, la Sicilia, la Spagna, la regione del Douro in Portogallo e la Cina.

Collaborano per la ricerca testi e progetti Laura Botto Chiarlo, Ceretto Roberta

Aldo Buzio - Centro Studi Silvia Santagate - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.